Ex Meccanotessile, Firenze

Il primo studio di architettura dove lavorai nel 1991, lo studio di Marco Mattei, stava progettando il MAC, Museo d’arte Contemporanea di Firenze, che doveva sorgere all’interno delle Ex Officine Galileo di Rifredi, nell’edificio noto come Meccanotessile.
I lavori erano in corso e allo studio, la sera, si tenevano  le riunioni operative di cantiere, mentre noi definivamo i disegni esecutivi con le modifiche che il procedere dei lavori richiedeva.
Poi tutto si fermò.
Molti soldi pubblici furono buttati.
Firenze, ad oggi, non ha un museo d’arte contemporanea.
Rifredi non ha un giardino pubblico e un enorme spazio dorme abbandonato.

Un museo d’arte contemporanea è uno spazio vuoto che si deve riempire di volta in volta di opere. Basta poco. Molto era stato fatto. Chissà, forse basterebbe quello che c’è per avere uno spazio espositivo che a Firenze manca.

Qua un po’ di notizie su questo edificio e la sua storia, passata e recente

Sulla Venere
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2003/04/24/la-venere-del-meccanotessile.html

Sulla storia delle edificio
http://www.verdiananetwork.com/progettocartoline/officine-galileo-meccanotessile-spa

Sulle ultime vicende
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2011/01/19/news/ex_meccanotessile_in_abbandono_cos_sparisce_un_sogno-11418038/

 

Rispondi