Gibellina Nuova, Sicilia

Stato di abbandono degli edifici a Gibellina Nuova

Gibellina Nuova, edificio

Il grande Terremoto che colpì la valle del Belice nel 1968, portò alla distruzione totale di Gibellina e di altri paesi.
La vecchia Gibellina venne preservata dall’oblio attraverso la costruzione del Cretto di Burri – vedi qua le immagini e la storia http://www.lorenzopolvanifotografie.com/2013/09/18/ruderi-di-gibellina/.

Una nuova citta, Gibellina Nuova, venne costruita dal niente.
Le intenzioni erano sicuramente delle migliori; grandi nomi dell’architettura degli anni ’70, vennero invitati a progettare la nuova città, che doveva essere abbellita da opere d’arte  realizzate da importanti artisti contemporanei.
Tutto questo fu fatto, pensato, progettato, costruito.
A quasi 40 anni dalla realizzazione della nuova Gibellina, la città appare deserta, priva di vita, un monumento al niente!
La grande piazza del comune, completamente fuori scala, è stata allestita con due porte da calcio, per essere usata almeno a questo scopo.
Le opere d’arte punteggiano gli angoli della città, abbandonate, arrugginite, fuori contesto. Anche i pezzi della città meglio riusciti, tipo la grande piazza di Franco Purini e Laura Thermes, sembrano essere elementi avulsi dal contesto urbano.
Non si vedono negozi, né ristoranti. La città dorme moribonda, probabilmente mai nata, nella Valle del Belice.

Rispondi